NEWS
Home / INCHIESTE / Intertrade, primi avvisi di garanzia per i fondi della società della Camera di Commercio di Salerno
Camera di Commercio di Salerno
Camera di Commercio di Salerno

Intertrade, primi avvisi di garanzia per i fondi della società della Camera di Commercio di Salerno

Alla Camera di Commercio di Salerno non è servito cambiare i vertici dell’Intertrade, perchè l’inchiesta sulla società di internalizzazione delle imprese salernitane ha prodotto già i primi avvisi di garanzia.

Avvisi accompagnati dalla richiesta – da parte della Procura di Salerno – di rendere interrogatorio.

Il pm Silvio Marco Guarriello ascolterà di certo Demetrio Cuzzola (presidente fino al febbraio del 2007), già destinatario di un  decreto di perquisizione a casa e in ufficio.  L’ipotesi di reato è truffa aggravata ai danni dello Stato, per un finanziamento regionale di cui avrebbe usufruito il consorzio “I pellettieri del Bussento”, di cui lo stesso Cuzzola è stato rappresentante e presidente del consiglio direttivo.

I finanzieri del nucleo di polizia tributaria avrebbero trovato un assegno di 161mila euro emesso dalla Regione Campania nell’aprile del 2006, transitato sul conto corrente della diramazione provinciale della Acai (associazione cristiana artigiani italiani), per poi passare, nelle casse consortili dei “Pellettieri del Bussento”.

C’è poi l’incognita del progetto “Shoes & leather”, varato nel 2005 per la promozione all’estero del comparto calzaturiero campano, su cui gli inquirenti continuano ad indagare.

Ma ci sarebbe anche un altro fronte investigativo emerso dalle decine e decine di documenti acquisiti dalla finanza nei mesi scorsi: quello legato a due mini master organizzati nella sede della Camera di Commercio di Salerno, a via Roma, insieme alla Cacia (la Camera di Commercio Italo Argentina), presieduta all’epoca dall’avvocato Pietro Baccarini, che a Salerno aveva il suo riferimento in Renato Aliberti, candidato sindaco a Cava de’Tirreni con il centrodestra.

Negli ultimi giorni, la Camera di Commercio di Salerno ha ricevuto di nuovo la visita dei finanzieri, che hanno continuato ad ascoltare alcuni dipendenti, dopo aver acquisito altri documenti.

Inchiesta, dunque, quella sull’Intertrade, che non si è ancora conclusa, ma che si annuncia essere l’inizio di accertamenti più dettagliati e mirati sulla gestione dei soldi pubblici incassati dalla società di esternalizzazione.

 

© Angela Cappetta Tutti i diritti riservati

 

 

 

Lascia un Commento