NEWS
Home / INCHIESTE / Mps, inchiesta bis per Giuseppe Mussari. L’ex presidente indagato per usura insieme ai vertici di Unicredit e Bnl
avviso conclusione indagini usura mussari

Mps, inchiesta bis per Giuseppe Mussari. L’ex presidente indagato per usura insieme ai vertici di Unicredit e Bnl

E’ bastato il crac Amato per allargare a Salerno l’inchiesta sul Monte Paschi di Siena.

Giuseppe Mussari

Giuseppe Mussari

 

Già indagato per concorso in bancarotta fraudolenta a causa di un finanziamento milionario concesso al pastificio salernitano in periodo di dissesto, adesso su Giuseppe Mussari pende un secondo capo d’accusa: usura. E la nuova inchiesta salernitana travolge, oltre alla banca senese, altri due istituti di credito italiani.

Dal 2006 al 2010 – “con condotta perdurante fino all’attualità”, scrive il pm di Salerno, Francesco Rotondo – l’ex presidente di Mps avrebbe applicato tassi di interesseoscillanti tra i due limiti del 8,47 e del 13,63%”. Arrivando, in certi casi, a una percentuale del 20,107″. Con Mussari sono finiti sotto inchiesta Antonio Vigni (ex direttore generale dell’Mps), Francesco Fanti (responsabile Area Territoriale Sud Ovest), Pier Lorenzo Vivarelli e Filippo Gianvito (all’epoca direttori della filiale di Salerno). La presunta vittima sarebbe la società di costruzioni Karma srl e i suoi rappresentanti.

La stessa società avrebbe ottenuto prestiti anche da un altro istituto bancario: l’Unicredit, che entra così di diritto nell’inchiesta trascinandosi dietro vertici nazionali e locali. Qui la lista comincia con Aristide Canosani e Paolo Savona (legali rappresentanti della banca), Alessandro Cataldo (responsabile Area Pianificazione e Gestione Commerciale), Raimondo Paone (responsabile Mercato Salerno), Felice Delle Femine (direttore regionale Direzione regionale Sud), Donato Ziccardi (direttore commerciale Direzione commerciale Campania) e Alessandro Sigona (direttore dell’Agenzia di Salerno).

La terza banca coinvolta è la Bnl con il suo legale rappresentante Luigi Abete, il direttore Mercato Ratail e Private Mario Cipollone, il direttore della Divisione Retail e Private Alessandro Maida e il direttore dell’Agenzia di Salerno Nicola D’Agostino. Le indagini, condotte dal nucleo di polizia giudiziaria della guardia di finanza di Salerno, si sono chiuse il 21 marzo scorso.

 

© Angela Cappetta Tutti i diritti riservati

Lascia un Commento