NEWS
Home / NEWS / Processo al nigeriano: chiamato a deporre il sindaco De Luca
il vigile Domenico Napoli

Processo al nigeriano: chiamato a deporre il sindaco De Luca

Dalla tv al Tribunale. Se così fosse, testimone d’eccezione nel processo al nigeriano sarebbe Vincenzo De Luca, il sindaco protagonista del “fermo” del giovane, delle invettive della gente che ha assistito al caso e colui che ha riferito di rottura di costole “a furia di gomitate” e di nasi spaccati.

Nell’attesa che il giudice di Salerno, Ubaldo Perrotta, decida se citare o meno il super teste, uno dei due vigili, ha confermato in dibattimento ciò che, in realtà, aveva già dichiarato. E cioè che Abdul Kareem Usman non voleva nessuna intenzione di colpirlo.

Il 4 novembre scorso, il giorno dopo l’arresto, in un’aula del Tribunale di Salerno, l’agente Domenico Napoli ha esordito così:

Download (PDF, 503KB)

Salvo poi cominciare a spiegare nel dettaglio cosa sia successo quella mattina dinanzi al supermercato di via Capone.

Download (PDF, 759KB)

Napoli è il vigile che ha riportato ferite al naso ma è anche colui che esclude chiaramente l’intenzione di Abdul di aggredire sia lui che il suo collega.

Download (PDF, 679KB)

Il giudice, a quel punto, capisce che c’è differenza tra “dare un cazzotto e rompere una costola” e “cercare di scappare”.

Download (PDF, 819KB)

Anche il viceprocuratore onorario, che in aula sostituisce il pubblico ministero, sembra trovarsi spiazzato di fronte alle dichiarazioni di Napoli che, in realtà, modificherebbero l’intero impianto accusatorio.

Download (PDF, 555KB)

E’ lo stesso agente ad ammettere che “nella nostra relazione non abbiamo mai parlato di pugno“.

Download (PDF, 635KB)

Dunque se ferite ci sono state, di certo non sono state volontarie.

Download (PDF, 361KB)

E se il processo accerterà questo, per il giovane nigeriano cadrà l’accusa di aggressione a pubblico ufficiale. Sempre che il secondo agente concordi con il collega. E quella del vigile dalle costole rotte è una testimonianza già ammessa.

 

© Angela Cappetta Tutti i diritti riservati

Lascia un Commento